Anne Hathaway a Io Donna: "Sono Catwoman, ma non faccio le fusa"

Scritto da: -

Io Donna, in edicola domani, ha intervistato la bella Anne Hathaway e ha scoperto che, dietro a quel sorriso dolce e gentile, si nasconde una donna capace di "graffiare"...

19_07_2012_sv_195.jpg

La vedremo fianco a fianco di Hugh Jackman ne “I Miserabili“, ma Anne Hathaway sta per arrivare al cinema con il nuovo capitolo di Batman dove interpreta una sexyssima catwoman. Io Donna l’ha intervistata e, come sempre, World Celebrities vi offre una anteprima dell’intervista che troverete in edicola domani, 21 Luglio.

“Non fa moine e neppure “miao”. Grintosa, sensuale ma tenera, si difende con stiletti di metallo e una mente agilissima: è una Catwoman moderna quella di Anne Hathaway (foto:infophoto), in sintonia con l’era Michelle Obama. Impegnata, divertente e dalla battuta pronta. Insomma la nuova “Donna Gatto” creata da Christopher Nolan per Il cavaliere oscuro - Il ritorno, l’ultimo capitolo della sua trilogia su Batman, calza a pennello su Anne Hathaway. «Voglio imparare e affrontare nuove sfide». Lo ripete spesso, con convinzione. Dopo l’eroina dei fumetti la sua sfida sarà Fantine, la prostituta che muore di tubercolosi nei Miserabili, il musical diretto da Tom Hooper (Il discorso del re) con Hugh Jackman e Russell Crowe. Oggi, con quella zazzerina corta, il viso affilato e la figura sottile, sembra ancora più fragile. Ma mai farsi ingannare dalle apparenze: Hathaway è una vera guerriera. In mini abito di pizzo nero semplice e geometrico, sandali con il tacco alto, la pelle bianca bianca, il sorriso e gli occhi- eh, sì - da Audrey Hepburn, è spiritosa, brillante e si difende con arguzia dalle domande sul suo futuro matrimonio. Con un gran sorriso non si lascia sfuggire informazioni su come e quando salirà all’altare con il suo adorato Adam Shulman (ex attore, ora creatore di gioielli: ha disegnato anche il diamante rettangolare che lei porta all’anulare) cui è legata da tre anni.
È la sua prima volta con Christopher Nolan. Com’è andata con questo straordinario regista?
Mi piacerebbe spiegare come lavora Chris, perché è eccezionale: ma non è così semplice. Ho cercato di assecondarlo ogni giorno, lavorando più intensamente di quanto abbia mai fatto e quando ci riuscivo provavo una felicità enorme.
Tra lei e il Batman di Christian Bale corre una bella energia. Potrebbe mai innamorarsi di qualcuno che va in giro vestito in quel modo?
(ride) Io sono innamorata di un “qualcuno” che continuerei ad amare anche se si infilasse il costume di Batman ogni giorno.
Nel film corre, salta, fa triple capriole fasciata in una tuta di latex; guida una moto pazzesca e recita accanto ad attori mitici, da Christian Bale a Michael Caine e Gary Oldman. La sua paura più grande?
Deludere. Questo è un ruolo che tutti vogliono. È stato difficile per me accettare l’idea di lavorare con Nolan, forse il regista più grande, oggi: la sfida maggiore è stata mantenere calma e concentrazione.
Anno speciale, il 2012: dopo Catwoman lei sarà Fantine nel musical I Miserabili, compirà 30 anni e presto si sposerà. Sta per iniziare una nuova fase della sua vita?
Non so: ciò che voglio è crescere e migliorare. Compiere trent’ anni è bello e non sono mai stata così felice.
A che punto sono i preparativi per il suo matrimonio?
Sono fidanzata da un anno…
Sì, ma quando pensa di sposarsi?
L’anno prossimo. Non quest’anno, stia tranquilla.
Come immagina il giorno del suo matrimonio?
Non ci avevo mai pensato, neppure da ragazzina, per cui sono impreparata (ride). Non so bene cosa voglio.
Riesce a immaginarsi tra dieci anni?
Ci provo: spero di essere madre e di aver trovato il giusto equilibrio tra una carriera soddisfacente e una felice vita familiare. Banale, vero?
Vederla con i capelli cortissimi è una bella sorpresa. Come si sente?
Adesso benissimo, ma tagliarli per interpretare Fantine è stata la cosa più spaventosa che mi sia capitata. Non me l’aspettavo, certo non avrei mai creduto di perdere la mia identità. Ora però mi sento più forte, non ho bisogno di nascondermi dietro i miei capelli.
Dove sono finite le sue belle chiome?
In una scatola, ma presto le regalerò a Locks of Love (un’organizzazione che regala parrucche ai ragazzi che perdono i capelli in seguito a malattie o cure, ndr).
È diventata sottile come un giunco, come ha fatto?
Ho perso undici chili in poche settimane perché dovevo trasformarmi per il personaggio. Ho cambiato stile di vita due volte, prima ho rafforzato i muscoli per Catwoman e poi ho perso peso per Fantine. Ho cominciato ad andare in palestra e a mangiare più sano: ora seguo una dieta vegan. Il risultato è che mi sento in gran forma.
Tutto merito di Fantine e dei Miserabili, quindi. A proposito: si è mai sentita derelitta come Fantine?
Con una vita come la mia sarebbe ingrato parlare di che cosa mi rende “miserabile”. Ma dato che lei me lo chiede(ride) allora le rispondo: i paparazzi. La prego, non pubblicate più le loro foto. Per favore… Per favore…

Anne Hathaway Catwoman per Io Donna Anne Hathaway Catwoman per Io Donna Anne Hathaway Catwoman per Io Donna Anne Hathaway Catwoman per Io Donna Anne Hathaway Catwoman per Io Donna Anne Hathaway Catwoman per Io Donna

Vota l'articolo:
3.64 su 5.00 basato su 11 voti.